appuntamenti
appuntamenti
cosa abbiamo fatto
cosa abbiamo fatto
logo
logo
Home Appuntamenti Monsanesi L’ACQUA, LA MEMORIA: Viaggio fra spettacolo e mostre sulle sponde dell'Esino
L’ACQUA, LA MEMORIA: Viaggio fra spettacolo e mostre sulle sponde dell'Esino PDF Stampa E-mail
Mercoledì 01 Luglio 2009 13:54

logo_acqua_memoria_g.jpgUn percorso di 43 tappe fra il 2 luglio e il 26 settembre collega i luoghi più belli della valle del fiume Esino con un filo di appuntamenti di teatro e concerti, di mostre e passeggiate. Questo il cuore della seconda edizione de L’acqua, la memoria. Spettacoli, mostre, incontri, iniziativa realizzata dalla Provincia di Ancona con l’Amat presentato negli scorsi giorni dall’assessore alla cultura della Provincia Carlo M. Pesaresi insieme al direttore dell’Amat Gilberto Santini.

Il programma de L’acqua, la memoria è ampio e vario. Spettacoli e recital teatrali, concerti, incontri letterari e reading, lezioni, mostre e installazioni compongono un percorso che, seguendo le coordinate dell’acqua e della memoria, racconta la storia - antica e recente, alta e popolare - del territorio, i suoi luoghi e le diverse identità che lo abitano. E in mezzo, eventi capaci di dare dello stesso un’altra lettura, come sono la serata monsanese de "LAGIORNATA DI GASPARE - IL PURGATORIO DEI CANTI", il 23 luglio a Villa Pianetti di Mauro Rocchegiani per la regia di Daniele Boria e la collaborazione di Valentina Basso, o quella in cui lo scrittore Erri De Luca e il cantautore Gianmaria Testa, in un luogo affascinante come la radura della Casina di Caccia di Chiaravalle il 3 settembre, condividono con il pubblico Un incontro fra amici con vino e chitarra.

acquamemoria_cs.jpgO come Fabbrica di Ascanio Celestini, che il 5 agosto è in scena in un luogo che si addice perfettamente al titolo: lo stabilimento Ariston a Genga. E, ancora, la gustosa Scampagnata in corriera – gita (con panino incluso) nella memoria del fiume, dal pomeriggio alla sera del  1 agosto, con Sonia Antinori che insieme a Lucia Mascino e Andrea Caimmi racconta quattro storie (nate in connessione con il Progetto Europeo R.I.V.E.R.) in altrettante tappe ad una piccola comitiva che risale l’Esino dalla foce fino al pre-appennino. (nella foto la presentazione ufficiale dell'evento...il nostro DA svetta a destra!)

O l’appuntamento con Incantadora di Roberta Biagiarelli (a Falconara - Rocca Priora il 17 luglio) e i suoi “bocconi cucinati come fossero ingredienti –ha scritto Valeria Ottelenghi- tratti dalla letteratura internazionale, amalgamati in gustose ricette, pezzi di storie serviti come portate tra lo svaporare dei sensi”.  E poi ancora concerti, con uno sguardo attento al folklore e alla tradizione anche quando vi si innestano generi più colti, eventi  e mostre d’arte dedicate al fiume, reading, “lezioni di storia” tenute da esperti ma non per esperti e momenti ‘sul campo’ per conoscere il fiume e le nostre acque dolci, perché no, anche sotto l’aspetto naturalistico e geologico.

L’acqua, la memoria si inserisce nelle linee elaborate dalla Provincia di Ancona con il progetto Cohabitat ed in particolare nell’asse denominato Genius Loci: «Il percorso di crescita e di sviluppo di una comunità –dice l’assessore provinciale Pesaresi - oggi più che mai, è favorito dalla capacità delle istituzioni di saper valorizzare quel “paesaggio invisibile” costituito dalla memoria collettiva, dalla storia come vissuto, dalle identità locali, dal senso del territorio, dalle narrazioni, dal sistema di relazioni, dalle tradizioni.

Il Fiume Esino, da millenni, segna l’identità e la storia della provincia di Ancona, vi scorre al centro, unisce i monti alla costa, la attraversa e la divide in due. L’Esino oggi sembra non esserci più, si fa fatica a scorgerlo, maltrattato dagli insediamenti industriali, dalle attività estrattive, da una visione del territorio che ci auguriamo essere passata. Questo progetto pone il fiume al centro di un nuovo viaggio lungo le sue sponde. Un viaggio fatto di recital letterari, di incontri, di passeggiate, di concerti, installazioni, mostre, di danza e poesia; un viaggio che ha come compagni il tema dell’acqua e quello della memoria. Un viaggio alla riscoperta di alcuni luoghi, spesso così lontani dalla conoscenza anche di molti di noi che pur a pochi passi dal fiume magari abitiamo. “Tutto è nato dall’acqua, tutto ci è dato dall’acqua” ci ricorda Goethe; il fiume e l’acqua dunque elementi di necessità immediate, quella di protezione dell’ambiente e di valorizzazione nel paesaggio quale bene culturale assolutamente primario»

L’acqua, la memoria è realizzato dalla Provincia di Ancona nel progetto Cohabitat in collaborazione con AMAT Associazione Marchigiana Attività Teatrali e con il sostegno di Regione Marche, PoGAS Marche, Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ministro della Gioventù e Osservatorio dell’Acqua della Provincia di Ancona e la collaborazione dei Comuni di Camerata Picena, Castelbellino, Chiaravalle, Falconara, Genga, Jesi, Maiolati Spontini, Monsano, Montecarotto, Serra San Quirico e Staffolo; del CIS Consorzio Intercomunale Servizi, Comunità Montana dell’Esino-Frasassi e Consorzio Frasassi.


Informazioni per la stampa
Provincia di Ancona: Simone Massacesi tel. 071/5894222
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Amat: Luca Celidoni 071/2075880 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

provincia_an.jpg
cohabitat.jpg
amat.jpg  regionemarche.jpg
 pogas_marche.jpg ministro_gioventu.jpg 
logo_osservatorio_acqua_color.jpg
monsanocult_muse_icone.jpg

 

 

 

Falconara Bcc
StudioGraficoD2
footer
Associazione Monsano Cult - Via Cesare Battisti 29 - 60030 Monsano (An) Italy - info@monsanocult.eu - P.Iva 02029910425 - Powered by StudioGraficoD2.it