appuntamenti
appuntamenti
cosa abbiamo fatto
cosa abbiamo fatto
logo
logo
Home Appuntamenti Monsanesi "PRIGIONIERI E FUGHE" IX Festival Pergolesi Spontini
"PRIGIONIERI E FUGHE" IX Festival Pergolesi Spontini PDF Stampa E-mail
Sabato 05 Settembre 2009 16:35

"PRIGIONIERI E FUGHE"
IX FESTIVAL PERGOLESI SPONTINI (5 - 13 settembre 2009)
Jesi, Maiolati Spontini, Monsano, Montecarotto, Monte San Vito, San Marcello, Genga

manifesto_festival_2009_2.jpgIl Prigionier Superbo, opera seria di Pergolesi destinata a diventare famosa per aver accolto negli intervalli tra gli atti gli intermezzi de La Serva Padrona, sarà il fulcro del nono Festival: la nuova revisione critica restituisce la partitura alla volontà dell’autore, gli strumenti originali e il diapason dell’epoca ricreano il suono della prima esecuzione.

   Il Settecento affronta la tematica del prigioniero: nell’opera seria si fa spazio una vera e propria “aria delle catene”, destinata a commuovere gli astanti, in cui i protagonisti, dalle profondità della prigionia, anelano al “libero cielo”. Dalle suggestioni delle Carceri d’invenzione di Piranesi al grido di libertà del Fidelio beethoveniano - che risuona all’inizio del secolo successivo, battuto dai venti della rivoluzione francese - una folla di personaggi languono “tra i lacci”: re spodestati, principesse ridotte in schiavitù, eroi mitologici e guerrieri indomiti di storie antiche o cavalleresche. Ai protagonisti di quelle opere a cui non viene assicurata la libertà attraverso il sacrificio e l’ingegno di un eroe o di un’eroina – come la Leonora beethoveniana che non esita a trasformarsi in Fidelio – non resta che sperare nell’aiuto divino, nella giustizia degli uomini, o nella fuga…Ma la fuga è anche una costruzione musicale, che Bach portò al culmine delle sue architettoniche possibilità.

   E in omaggio a Bach, come gesto di ribellione contro un regime che pretendeva incarcerare l’arte in rigidi schemi contenutistici e formali, Šostakovič rivive nei Preludi e fughe op. 87 l’utopia di ridisegnare un mondo in cui l’equilibrio e l’armonia affermano la libertà dell’uomo e dell’artista. E’ una fuga dell’anima.

APPUNTAMENTO MONSANESE
Domenica 13 settembre 2009, ore 18
Monsano, Chiesa deli Aroli

MUSICISTI IN FUGA
musiche di J.S. Bach, L.v. Beethoven, J. Brahms
violoncello, Umberto Clerici
pianoforte, Ramin Bahrami
In collaborazione con Asolo Musica

Consulta l'intero programma

"PRIGIONIERI E FUGHE"
IX FESTIVAL PERGOLESI SPONTINI (5 - 13 settembre 2009)
Jesi, Maiolati Spontini, Monsano, Montecarotto, Monte San Vito, San Marcello, Genga

Il Prigionier Superbo, opera seria di Pergolesi destinata a diventare famosa per aver accolto negli intervalli tra gli atti gli intermezzi de La Serva Padrona, sarà il fulcro del nono Festival: la nuova revisione critica restituisce la partitura alla volontà dell’autore, gli strumenti originali e il diapason dell’epoca ricreano il suono della prima esecuzione.

Il Settecento affronta la tematica del prigioniero: nell’opera seria si fa spazio una vera e propria “aria delle catene”, destinata a commuovere gli astanti, in cui i protagonisti, dalle profondità della prigionia, anelano al “libero cielo”. Dalle suggestioni delle Carceri d’invenzione di Piranesi al grido di libertà del Fidelio beethoveniano - che risuona all’inizio del secolo successivo, battuto dai venti della rivoluzione francese - una folla di personaggi languono “tra i lacci”: re spodestati, principesse ridotte in schiavitù, eroi mitologici e guerrieri indomiti di storie antiche o cavalleresche.

Ai protagonisti di quelle opere a cui non viene assicurata la libertà attraverso il sacrificio e l’ingegno di un eroe o di un’eroina – come la Leonora beethoveniana che non esita a trasformarsi in Fidelio – non resta che sperare nell’aiuto divino, nella giustizia degli uomini, o nella fuga…
Ma la fuga è anche una costruzione musicale, che Bach portò al culmine delle sue architettoniche possibilità.

E in omaggio a Bach, come gesto di ribellione contro un regime che pretendeva incarcerare l’arte in rigidi schemi contenutistici e formali, Šostakovič rivive nei Preludi e fughe op. 87 l’utopia di ridisegnare un mondo in cui l’equilibrio e l’armonia affermano la libertà dell’uomo e dell’artista.
E’ una fuga dell’anima.

manifesto_festival_2009.jpg

 

PROGRAMMA


Sabato 5 settembre 2009,  ore 21
Genga, Grotte di Frasassi
IL SALICE NELLA CAVERNA
musiche di C. di Las Huelgas, G.P. da Palestrina, T.L. da Victoria,
H. Purcell, A. Schönberg, D. Zehavi, B. Burghardt
Coro Costanzo Porta
direttore, Antonio Greco


Domenica 6 settembre 2009, ore 18,30
Maiolati Spontini, Chiesa di S. Stefano
ALLE VOCI DEL BRONZO GUERRIERO
musiche di D. Purcell, A. Scarlatti, B. Storace, J.S. Bach,
G.F. Händel, G.P. Telemann, F. Fenaroli, W.A. Mozart
soprano, Valeria Esposito
tromba, Fabrizio Fabrizi
organo, Gianluca Libertucci (organo G. Callido, 1788)

Al termine del concerto verrà offerto un aperitivo

Domenica 6 settembre 2009,  ore 21
Maiolati Spontini, Piazza G. Garibaldi
PRIGIONIA D'AMORE
musiche di A. Gabrieli, O. Bassani, C. Monteverdi, D. Personè, J.J. Froberger
Ensemble vocale e strumentale Costanzo Porta
concertatore, Antonio Greco


Martedì 8 settembre 2009, ore 21
Mercoledì 9 settembre 2009, ore 21
Monte San Vito, Teatro Condominale La Fortuna
PRELUDIO E FUGHE I
PRELUDIO E FUGHE II
musica di D. Šostakovič e poesie di U. Saba
pianista, Ilona Timchenko
voce recitante, Lucia Bendia
video installazioni, Cristiano Berti
regia, Matteo Mazzoni


Giovedì 10 settembre 2009, ore 21
San Marcello, Teatro P. Ferrari
L’ARTE DELLA FUGA
musica di J.S. Bach
violino concertatore, Alberto Martini
Accademia Barocca de I Virtuosi Italiani


Venerdì 11 settembre 2009, ore 18,30
Jesi, Sale Pergolesiane del Teatro Pergolesi
STORIA DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO A NAPOLI. IL SETTECENTO
Presentazione del volume "Storia della musica e dello spettacolo a Napoli. Il Settecento", a cura di Francesco Cotticelli e Paologiovanni Maione, con una lettera prefatoria del Presidente della Repubblica Onorevole Giorgio Napolitano, Napoli, Turchini edizioni, 2009.
Intervengono Franco Piperno e Claudio Toscani
ingresso libero


Venerdì 11 settembre 2009, ore 21
Domenica 13 settembre 2009, ore 21

Jesi, Teatro G.B. Pergolesi
IL PRIGIONIER SUPERBO
Dramma per musica in 3 atti su libretto di Gennarantonio Federico
musica di G.B. Pergolesi
Edizioni Fondazione Pergolesi Spontini - Revisione critica di Claudio Toscani

Personaggi e interpreti:
Sostrate, Antonio Lozano
Rosmene, Marina Rodriguez Cusi
Metalce, Marina De Liso
Ericlea, Ruth Rosique
Viridate, Marina Comparato
Micisda, Giacinta Nicotra

direttore, Corrado Rovaris
regia e scene, Henning Brockhaus
costumi, Giancarlo Colis
Accademia Barocca de I Virtuosi Italiani

NUOVO ALLESTIMENTO


Sabato 12 settembre 2009, ore 21
Montecarotto, Teatro Comunale
ADAGIO E FUGA
musiche di F.J. Haydn, W.A. Mozart, G. Spontini
Soprano, Rosa Feola
Violino, Alberto Martini
direttore, Corrado Rovaris
Accademia Barocca de I Virtuosi Italiani


Domenica 13 settembre 2009, ore 18
Monsano, Chiesa degli Aroli
MUSICISTI IN FUGA
musiche di J.S. Bach, L.v. Beethoven, J. Brahms
violoncello, Umberto Clerici
pianoforte, Ramin Bahrami
In collaborazione con Asolo Musica

La Direzione della Fondazione Pergolesi Spontini si riserva di apportare a programma, date e cast le modifiche rese necessarie da esigenze tecniche o di forza maggiore.

 

Falconara Bcc
StudioGraficoD2
footer
Associazione Monsano Cult - Via Cesare Battisti 29 - 60030 Monsano (An) Italy - info@monsanocult.eu - P.Iva 02029910425 - Powered by StudioGraficoD2.it