appuntamenti
appuntamenti
cosa abbiamo fatto
cosa abbiamo fatto
logo
logo
Home Cosa abbiamo fatto Festa del Buon Senso 2006 "Riciclando parte prima..."
Festa del Buon Senso 2006 "Riciclando parte prima..." PDF Stampa E-mail
Giovedì 24 Agosto 2006 01:00

Il genio esce dalla bottiglia! Letteralmente! E prende forma la FAMIGLIA MONNEZZA ED IL SUO MONDO, il simpatico ed estroso risultato del ri-utilizzo di materiale scartato, di rifiuti, con regina incontrastata la bottiglia di plastica, quella stessa che troppo spesso troviamo in giro per prati, campi, strade: il simbolo del rifiuto, un preoccupante mito al contrario dei nostri tempi… la protagonista dell'edizione 2006 della Festa del Buon Senso

manifesto 2006

Come ama definirla l’ideatore Maurizio Possedoni, presidente di MonsanoCult, La Festa del Buon Senso è una vetrina di quello che ci succede intorno, una finestra sul mondo delle possibilità per una migliore convivenza con gli altri, col mondo e con sé stessi.
Leit motiv di questa edizione è stato il riciclaggio.

Come ogni anno la prima parte è stata dedicata al il dibattito Rifiuto? No, risorsa! Percorsi ( e soluzioni) per una sua gestione ottimale. Senza incenerirlo… ovvero la risposta che viene dalle autorità locali, con il Comune di Monsano, protagonista da aprile 2007del nuovo sistema di raccolta e gestione con il metodo "porta a porta" che verrà attuato in tutto il suo territorio, con un progetto del Consorzio CIR33.

A dimostrazione pratica delle conseguenze della raccolta indifferenziata, in piazza Mazzini è "spuntato" un cubo di tre metri cubi a simbolizzare  la quantità esatta, centimetro più centimetro meno di rifiuti che un essere umano produce in un anno, il prodotto degli scarti di una  singola persona. Proviamo un po’ a pensare di sommare quel mostro a quello prodotto dal nostro vicino e così via…ne viene fuori qualcosa di veramente inquietante, vero?Una soluzione potrebbe essere appunto il sistema di raccolta differenziata, la separazione del vetro, cartone, plastica, gli scarti di cucina. Solo così è possibile scongiurare la possibilità di arrivare all’esaurimento delle discariche…La raccolta "porta a porta" che Monsano avvierà per primo nella nostra zona è una delle possibili risposte al problema…

All’interno di quello stesso cubo ha poi espresso la sua la fantasia, che ha, per così dire, preso parola grazie al lavoro dei ragazzi di Monsano che hanno aiutato a realizzare questa festa: grazie alla Performance di Action Painting di Laura Martellini, è stato proposto uno dei nostri possibili modo di interpretare il riciclaggio, una delle numerose risposte date dalla creatività e dall’arte: quasi il nascere di un fiore all’interno questo imbarazzante ed ingombrante spazio che ci viene in qualche modo sottratto: riutilizzandolo metaforicamente, tramite il libero sfogo delle nostre idee, in questo caso col colore e con il movimento

Più avanti ha preso forma la Famiglia Monnezza, lo specchio di una famiglia dei nostri tempi che nasce direttamente dai materiali di scarto abbandonati per le strade, in particolare da quello che potremmo definirne il simbolo: la bottiglia di plastica. A metà strada tra il Dada con i suoi "ready made" e la Pop Art, questa scomoda icona moderna dei rifiuti è divenuta protagonista, suo malgrado, nella creazione, o meglio nella ri-creazione di un mondo, frutto del lavoro di Elisabetta Contini Orsetti e di Andrea Accoroni, aiutati dai giovani di Monsano (e non solo, c’è stato anche l’intervento di una nonna…).

L’unico limite all’estro di questi ragazzi è stato il tempo, perché in poco più di due settimane di lavoro intenso hanno saputo tirar fuori questo ricco allestimento praticamente da tutto: a partire dalla suddetta bottiglia, passando per il cartone, le serrature usate, i tubi di plastica, gli scarti di legno, ecc.. dicendo decisamente la loro al problema del riciclaggio. Proprio con strumentinati da materiale di scarto si è conclusa la Festa del Buonsenso, con il concerto del Riciclato Circo Musicale: la musica è nata da strumenti creati con tubi di plastica, tergicristalli, sacchetti di plastica, cartone, ecc. possiamo proprio dire strumenti riciclati!

A conclusione della Festa, lo spettacolo del trascinante Alessandro Begonzoni, "Predisporsi al Micidiale"

PS: Non dimentichiamo che, dai biglietti ai manifesti grandi e piccoli, passando per bicchieri e posate, tutto è stato realizzato in materiale assolutamente riciclabile e riciclato.

 

 

 

Falconara Bcc
StudioGraficoD2
footer
Associazione Monsano Cult - Via Cesare Battisti 29 - 60030 Monsano (An) Italy - info@monsanocult.eu - P.Iva 02029910425 - Powered by StudioGraficoD2.it